Come gestire lo stress “d’alimentazione” dei Cavalli in stalla?

In questo articolo, il Dottor Andrea Ellis, nutrizionista specializzato nel comportamento alimentare equino, analizza lo stress e i comportamenti indesiderati legati ai tempi della nutrizione dei nostri Cavalli.

Ecco una scena familiare a molti di noi, amanti dei Cavalli:

ogni mattina, lo staff incaricato prepara la colazione ai nostri Cavalli i quali, affamati e consapevoli di ciò che sta per accadere, cominciano ad agitarsi: piagnistei, calci, spinte, scalpiti, passi frenetici e un continuo scuotere della testa.

Sembra stressante? Lo è!

Certamente, questa scena non si verifica nell’ambiente naturale dei Cavalli, dove la loro alimentazione viene distribuita, lentamente e in modo abbastanza uniforme, nell’arco di 24 ore:

mangiano fino a 10-15 volte al giorno a distanza di massimo 3 ore l’una dall’altra.

Alla stragrande maggioranza dei nostri Cavalli in stalla, di contro, viene imposta una routine alimentare molto diversa: mangiano solo 2-3 volte a giorno.

 

Quali sono le conseguenze comportamentali di questo tipo di alimentazione?

 

I Cavalli non si accontentano di impiegare il tempo sottratto alla loro alimentazione semplicemente riposando:

fanno tutto il possibile per assecondare il ​​loro ‘impulso comportamentale’ volto al foraggio.

È così che sviluppano comportamenti coprofagi (per assumere abbastanza fibre) e iniziano a mangiare trucioli, canapa, terra, legna e qualunque altra cosa sia alla loro portata.

Tra le conseguenze, si registra anche un diffusissimo alto livello di agitazione a ridosso degli orari dedicati all’alimentazione:

sentono rumori associati all’arrivo dei mangimi e, magari, devono aspettare il loro turno mentre i loro vicini ricevono la loro razione prima. Questo innesca un forte rilascio di adrenalina e il conseguente aumento delle pulsazioni cardiache.

Questa agitazione sfocia in fine nello scalciare e, in molti casi, in comportamenti aggressivi nei confronti dei Cavalli vicini.

 

Come puoi porre rimedio a questi comportamenti?

 

Adotta un buon sistema di gestione dei tempi dell’alimentazione del tuo Cavallo, riducendo al minimo i periodi di digiuno.

 

Ci sono vari modi per ottenere questo:

  1. tieni il tuo Cavallo il più possibile fuori dalla stalla;
  2. somministra l’ultimo pasto serale il più tardi possibile e il primo della giornata successiva il prima possibile;
  3. sostituisci i concentrati con foraggio di buona qualità, in modo da aumentare il tempo di assunzione dell’alimento;
  4. utilizza un metodo per rallentare il consumo del fieno.

Il Forager Haygain è al momento la migliore soluzione per allineare l’alimentazione del tuo Cavallo a quella lenta che adotterebbe in natura.

 

——————————————————————————–

 

Per maggiori informazioni circa i Forager, clicca il pulsante in basso.